COVID-19: NUOVO DPCM IN VIGORE DAL 26 OTTOBRE

Da lunedì 26 ottobre e fino a martedì 24 novembre entrano in vigore, in tutta Italia, misure più stringenti per il contenimento del contagio da Covid-19. Il nuovo DPCM è stato firmato nel fine settimana dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte.

Per le attività produttive nessuna novità, per quanto concerne le misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività. Il Dpcm ribadisce l’obbligo di rispettare i contenuti del protocollo condiviso sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Governo e le parti sociali. Più in generale il Dpcm, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, ribadisce l’obbligo di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto e rispettare la distanza sociale di 1 metro.

Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza. Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

Sono permessi i corsi di formazione in materia di  salute  e sicurezza, a condizione che siano rispettate le misure di cui  al «Documento tecnico sulla possibile  rimodulazione  delle  misure  di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione» pubblicato dall’INAIL.

E’ inoltre raccomandato l’attuazione del lavoro agile, smartworking, per le attività compatibili con tale modalità in quanto è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

Il testo completo del DPCM del 24 ottobre è scaricabile da:

http://www.governo.it/it/coronavirus-normativa

Ad integrazione del nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio, valido dal 26 ottobre al 24 novembre, in Lombardia rimangono in vigore, fino al 13 novembre prossimo, le limitazioni agli spostamenti notturni dalle 23.00 alle 5.00 e l’attivazione della didattica a distanza per tutte le scuole secondarie di secondo grado già organizzate.

Le misure regionali sono consultabili su:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/cittadini/salute-e-prevenzione/Prevenzione-e-benessere/red-coronavirusnuoviaggiornamenti/red-coronavirusnuoviaggiornamenti

Potrebbero interessarti anche...