COVID-19: PROROGA DELLE MISURE DI CONTENIMENTO FINO AL 13 NOVEMBRE 2020

Il 13 ottobre il Presidente del Consiglio dei ministri ha firmato il nuovo decreto, che prevede delle novità in merito alle misure da adottare per il contenimento dell’epidemia da Covid-19. Le norme indicate nel DPCM avranno validità dal 14 ottobre fino al 13 novembre compreso.

Inoltre come già anticipato l’8 ottobre è entrato in vigore il Decreto Legge n. 125/2020, approvato dal Consiglio dei Ministri. Il Decreto proroga, al 31 gennaio 2021, le disposizioni già in vigore che prevedono la possibilità per il governo di adottare misure volte a contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del virus SARS-CoV-2.

Tra le novità introdotte con il DPCM del 13 ottobre si evidenziano, in particolare:

  • la raccomandazione di utilizzare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private, se sono presenti persone non conviventi;
  • indicazioni per gli sport individuali e di squadra, tra cui il divieto di svolgere gare, competizioni e altre attività connesse agli sport di contatto aventi carattere amatoriale;
  • confermata la sospensione delle attività all’interno di sale da ballo, discoteche e locali assimilati, sia all’aperto che al chiuso;
  • indicazioni per le feste connesse a cerimonie civili o religiose, che possono svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida;
  • la sospensione di viaggi d’istruzione, iniziative di scambio o gemellaggio, visite guidate e uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
  • limiti di orario e di somministrazione di cibi e bevande per i servizi di ristorazione;
  • disposizioni per chi fa ingresso in Italia.

Le Ordinanze del Presidente della Giunta regionale n. 604 del 10 settembre 2020 e n. 610 del 19 settembre 2020, , mantengono i loro effetti fino al 15 ottobre.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE

Per le attività produttive rimangono validi i protocolli anticontaggio messi a punto con il decreto del 24 Aprile e si consiglia di verificarli e di ricordare le regole ai vari dipendenti. Con le nuove disposizioni dei sistemi di protezione la mascherina dovrà essere portata sempre con se e indossata nel caso di spostamenti in azienda.

E’ inoltre raccomandato l’attuazione del lavoro agile, smartworking, svolto al proprio domicilio per le attività compatibili con tale modalità.

MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA

Sono confermate le prescrizioni e le raccomandazioni per i datori di lavoro, tra cui gli obblighi di misurare la temperatura di tutti i dipendenti, di comunicare tempestivamente i casi sospetti al medico competente (che effettuerà la segnalazione all’ATS di riferimento) e la raccomandazione di utilizzare l’app “AllertaLom” e compilare il questionario “CercaCovid”. In caso di sintomi, il lavoratore deve darne immediata comunicazione al proprio medico di medicina generale (MMG) e segnalare il mancato accesso al luogo di lavoro.

All’ingresso delle scuole dell’infanzia, così come nelle sedi dei servizi educativi, è fortemente raccomandata la misurazione della temperatura nei confronti dei bambini e dei genitori/adulti che li accompagnano. Nel caso in cui venga rilevata una temperatura superiore ai 37.5 °C al bambino o ai suoi accompagnatori, l’accesso non sarà consentito.

La misurazione della temperatura dei clienti/utenti continua ad essere fortemente raccomandata ed è obbligatoria per i clienti dei locali di ristorazione che consumano al tavolo e per l’accesso ai parchi tematici, faunistici e di divertimento.

DISPOSIZIONE PER CHI FA INGRESSO IN ITALIA

Per i cittadini che rientrano in Italia da Belgio, Francia, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Spagna e per tutti coloro che hanno soggiornato in questi Stati nei 14 giorni precedenti, è obbligatorio:

  • presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione di essersi sottoposte, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;

o, in alternativa:

  • sottoporsi a tampone naso-faringeo per la ricerca del virus SARS CoV-2,al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, o comunque entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale; in attesa di sottoporsi al test, le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Resta comunque l’obbligo di segnalare l’ingresso in Lombardia all’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) di residenza/domicilio o soggiorno (vedi link in fondo alla pagina).

ESECUZIONE DI TEST VIRALI NEGLI AEROPORTI

Aeroporto di Malpensa

Da giovedì 20 agosto è possibile per i viaggiatori in arrivo a Malpensa l’esecuzione del test virologico direttamente in aeroporto. Il servizio è gestito dall’ATS Insubria e dalle ASST del territorio, con la collaborazione della Protezione Civile. Per maggiori informazioni, consultare il sito dell’ATS Insubria https://www.ats-insubria.it/news/6109

Aeroporto di Linate

A partire da venerdì 21 agosto è possibile l’esecuzione del test diagnostico sullo scalo di Linate. Il servizio è coordinato dall’ATS Città Metropolitana di Milano, in collaborazione con il Policlinico Gruppo San Donato. Per maggiori informazioni.

Aeroporto di Orio al Serio
Da sabato 22 agosto i viaggiatori in arrivo possono procedere come segue:

  • i residenti fuori provincia e i cittadini stranieri preferibilmente presso la Fiera di Bergamo (Gruppo San Donato). Prenotazioni al numero 02.87370510.
  • I residenti della provincia di Bergamo preferibilmente presso le ASST di riferimento della propria residenza:
    1. ASST Bergamo Ovest;
    2. ASST Papa Giovanni XXIII;
    3. ASST Bergamo Est.

Per la provenienza da altri Paesi si rinvia alle indicazioni del Ministero degli Affari Esteri https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

Il testo completo del DPCM del 13 ottobre è scaricabile da:

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/dPCM_13_ottobre_2020.pdf

 

Potrebbero interessarti anche...