Modello Unico Dichiarazione ambientale (MUD) 2020 – SCADENZA RINVIATA AL 30 GIUGNO

Si comunica che con il decreto “Cura Italia” Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18 prevede il rinvio di alcune scadenze in materia di rifiuti (MUD, pile e accumulatori, RAEE, diritti di iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali) al 30 giugno 2020 oltre che la sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi e proroghe sulle scadenze autorizzative

L’art. 113 del Decreto prevede il rinvio al 30 giugno di alcune comunicazioni in materia di rifiuti.
Le scadenze, così posticipate, riguardano:

  • la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD);
  • la presentazione annuale dei dati relativi all’immissione sul mercato (anno 2019) di pile e accumulatori, nonché dei dati relativi alla raccolta e riciclaggio degli stessi;
  • la comunicazione relativa ai Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), trattati nell’anno 2019.
  • il versamento annuale di iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali.
  • sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza

L’art. 103 dello stesso decreto prevede inoltre che non si tenga conto del periodo compreso tra il 23 febbraio e il 15 aprile 2020 ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data.

Per quanto riguarda i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020.

 

I diritti rimangono immutati:10€ per l’invio telematico e 15€ per l’invio via PEC.

 

Si ricorda che l’associazione, come ogni anno, eroga il servizio MUD per tutti gli associati e non a prezzi molto vantaggiosi.

Chi fosse già interessato al servizio può contattarci ai riferimenti dell’associazione.

Di seguito alleghiamo scheda informativa del servizio e di adesione.

Il servizio per la  compilazione del modello MUD, per i produttori iniziali, verrà espletato ai costi di seguito riportati:

  • per la compilazione del modello MUD con una scheda rifiuto: 120,00 € + IVA
  • per ogni scheda successiva alla prima 37,00 + IVA

Per le aziende non rientranti nella categoria produttori iniziali verrà effettuato un preventivo su richiesta.

Agli importi di cui sopra, verranno esposti in fattura ulteriori 10,00€ corrispondenti ai diritti di segreteria anticipati per l’invio telematico alla CCIAA.

E’ possibile richiedere la raccolta dati ed i controlli presso la sede dell’associato con una spesa aggiuntiva di 120,00 € + IVA.

Elenchiamo di seguito la documentazione necessaria:

    • Fotocopia della parte anagrafica della denuncia presentata lo scorso anno sulla quale verranno evidenziate eventuali variazioni ( es.: numero dipendenti, ecc).
    • Fotocopia leggibile in ogni sua parte delle pagine del Registro di carico e scarico (relative a tutte le tipologie di rifiuti) dall’ultima operazione del 2018 alla prima operazione del 2020 compresa.
    • Fotocopia leggibile in ogni sua parte dei formulari relativi ai movimenti di scarico effettuati nel corso del 2019 (la copia recante il peso verificato a destino dallo smaltitore/recuperatore).
    • Giacenza al 31/12/2019 di ogni tipologia di rifiuto.

 

Potrebbero interessarti anche...