Bando Smart Living

Il bando Smart Living si propone di sostenere progetti di sviluppo e innovazione realizzati da partenariati di imprese dei settori edilizia, legno arredo casa, elettrodomestici e high-tech in collaborazione con il sistema delle università, finalizzati all’introduzione di prodotti, processi/servizi nuovi o migliorativi dal punto di vista tecnologico, produttivo e organizzativo, per valorizzare la tematica dell’abitare intelligente.

Possono partecipare al bando esclusivamente partenariati composti da un minimo di tre soggetti, di cui almeno due PMI ed un soggetto a scelta tra università e grandi imprese.

La composizione del partenariato deve rispettare i seguenti requisiti:

  • le PMI partecipanti al partenariato devono sostenere cumulativamente almeno il 60% delle spese totali ammissibili del progetto di S&I;
  • ciascun partner deve sostenere almeno il 10% delle spese totali ammissibili del progetto di S&I.

Sono ammissibili all’iniziativa progetti di sviluppo sperimentale e innovazione con effettive e comprovate ricadute nell’ambito della filiera Smart Living, con specifico riferimento ai settori sopra richiamati, che prevedano a titolo esemplificativo:

  • Impatto ecologico in ogni singola fase del ciclo di vita dei prodotti: produzione, gestione, recupero;
  • Valore energetico-funzionale di nuovi materiali riciclati e riciclabili, per ideare e produrre oggetti/mobili di design sostenibile per l’arredo della casa (eco-design);
  • Smart Supply Chain filiera integrata di processi/modelli di business e produttivi, anche in chiave export;
  • Soluzioni di screening energetico e sismico degli edifici;
  • Elaborazione e implementazione di modelli innovativi di intervento sul patrimonio edilizio esistente: adeguamento sismico, recupero edilizio, riqualificazione energetica e/o strutturale;
  • Domotica, anche finalizzata a favorire l’autonomia e l’accessibilità a supporto dei servizi della persona, il wi-fi e la sensoristica avanzata (IoT);
  • Sistemi di progettazione virtuale, con particolare riferimento al Building Information Modelling, di prototipazione avanzata e di home & building automation;
  • Big data analysis, le tecniche di intelligenza artificiale “Sistemi cognitivi” e le tecnologie in ambito Cloud Computing, a supporto della gestione intelligente in tempo reale dei dati e delle informazioni;
  • Sistemi intelligenti per la gestione, l’intrattenimento, il monitoraggio e la sicurezza degli impianti ad uso domestico, con particolare riferimento agli apparecchi elettrodomestici bianchi/bruni.

L’agevolazione prevista dal bando viene concessa nella forma di un contributo a fondo perduto.

Spese ammissibili

  • Spese di personale relative a ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati per la realizzazione del progetto;
  • Costi di ammortamento relativi ad impianti, macchinari e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati nell’ambito del progetto. Nel caso di beni acquisiti in leasing, sono ammissibili i canoni pagati dall’utilizzatore al concedente, al netto delle spese accessorie (tasse, margine del concedente, interessi, spese generali, oneri assicurativi), nella misura e per il periodo in cui il relativo bene è utilizzato per il progetto;
  • Costi della ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché i costi dei servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto;
  • Altri costi di esercizio, direttamente connessi alla realizzazione del progetto, inclusi: i costi di materiali, forniture e prodotti analoghi, le spese di certificazione di laboratorio (per un massimo del 20% delle spese di competenza di ciascun partner);
  • Spese generali forfettarie addizionali derivanti direttamente dal progetto per un massimo del 15% delle spese di personale di ciascun partner;
  • Studi di fattibilità per l’approccio all’export di nuovi mercati, comprensivo della strutturazione di un modello aziendale di rete di vendita o post vendita nel paese target;
  • Strumenti di comunicazione innovativi funzionali all’avvio/rafforzamento di attività di export;
  • Conseguimento di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei mercati target;
  • Traduzione ed adeguamento di manuali destinati ai paesi target.

Come aderire

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per mezzo del sistema informativo SiAge a partire dalle ore 12.00 del 1 febbraio 2017.

 

Potrebbero interessarti anche...