Rifiuti o sottoprodotti? Requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti

Con un regolamento sono stati definiti i criteri indicativi che si possono utilizzare per dimostrare la sussistenza dei requisiti per qualificare i residui di produzione come sottoprodotti e non come rifiuti.

A questo scopo, vengono fornite indicazioni in merito alle modalità di dimostrazione del possesso di ognuno dei requisiti previsti dal Testo Unico Ambientale.

Inoltre per specifiche categorie di residui di produzione, costituite principalmente da biomasse, sono riportate le principali norme che ne regolamentano l’utilizzo ed un insieme di operazioni e di attività che possono costituire normali pratiche industriali.

Queste disposizioni saranno in vigore dal 2 marzo 2017.

 

Decreto n. 264 del 13-10-2016

Potrebbero interessarti anche...