CONFAPI VARESE, CGIL, CISL E UIL SOTTOSCRIVONO L’ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI DIPENDENTI LEGATA ALLA INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Il 13 Settembre, alle ore undici presso la sede dell’associazione, Marco Tenaglia Presidente e Piero Baggi Direttore Generale di Confapi Varese con Umberto Colombo Segretario generale di CGIL Varese, Adria Bartolich Segretario Generale CISL Laghi e Antonio Massafra Segretario generale UIL Varese hanno sottoscritto un importante accordo volto a consentire l’applicazione delle agevolazioni previste per la  formazione legata ai temi di Industry 4.0.

L’intesa consente alle aziende del sistema Confapi  Varese di applicare i benefici previsti dalla legge di bilancio 2018 che consente di ottenere crediti d’imposta per aziende che effettuino attività formative per l’acquisizione e/o il consolidamento della conoscenza delle tecnologie innovative di cui al Piano Nazionale Industria 4.0

Confapi Varese, CGIL, CISL e UIL hanno quindi  dato pronta attuazione al protocollo definito a livello nazionale, il 23 luglio scorso,fornendo tempestivamente ad aziende e lavoratori uno strumento operativo che, nel rispetto dei disposti legislativi in tema, permetta il continuo  miglioramento e sviluppo tecnologico delle aziende in un’ottica di crescita e sfide continue ai mercati globali.

Le Parti hanno convenuto  sull’esigenza di sostenere le attività formative finalizzate all’acquisizione o al consolidamento, da parte dei lavoratori, delle competenze necessarie alla realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese che abbiano adottato o adottino una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano Nazionale Industria 4.0. In questo senso le imprese del sistema di rappresentanza di Confapi Varese potranno usufruire dell’ agevolazione fiscale prevista dalla Legge di stabilità 2018 e dal Decreto Interministeriale 04.05.2018 relativamente a  tutte quelle attività formative legate ai premi di sviluppo Industry 4.0.

L’accordo consente alle aziende del sistema Confapi di usufruire dell’incentivo introdotto dalla legge di bilancio 2018 e fissa le regole condivise dalle Parti per sottoscrivere gli accordi aziendali  e territoriali necessari per beneficiare dell’incentivo. Il relativo decreto di attuazione dello scorso 4 maggio dispone infatti che le attività di formazione per le quali è possibile godere dell’agevolazione devono essere disciplinate  da accordi  aziendali e territoriali da depositare presso la competente sede dell’Ispettorato territoriale del lavoro.

In particolare, l’accordo stabilisce che le imprese prive di rappresentanza aziendale possono conferire mandato all’associazione del sistema Confapi per la sottoscrizione con gli omologhi territoriali di CGIL-CISL-UIL  degli accordi in materia secondo procedure che saranno definite in apposite intese territoriali.

Soddisfazione è stata espressa da Confapi Varese e CGIL Varese, CISL Laghi, UIL Varese per l’intesa raggiunta che conferma la volontà da parte dei soggetti firmatari di rilanciare il sistema produttivo varesino.

Potrebbero interessarti anche...