NUOVO BANDO FABER 2019

Contributi per micro e piccole imprese manifatturiere edili e artigiane

Beneficiari

Micro e piccole imprese manifatturiere, edili e dell’artigianato aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia, attive da almeno 24 mesi alla data di presentazione della domanda.

Le imprese manifatturiere devono avere un codice Ateco nella Sezione C e quelle edili nella sezione F.

Tra le imprese dell’artigianato sono escluse le sole imprese artigiane afferenti al codice Ateco Sezione A (AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA).

Il codice Ateco deve essere quello primario riferito alla sede operativa o all’unità locale oggetto di intervento.

 

Caratteristiche dei progetti

Sono ammissibili investimenti in impianti, macchinari e attrezzature innovativi finalizzati all’ottimizzazione e all’innovazione dei processi produttivi.

I programmi di investimento aziendali devono essere volti a:

  • Ripristinare le condizioni ottimali di produzione; interventi di ammodernamento macchinari anche mediante tecnologie digitali.
  • Massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua; riduzione consumi, MP, e risorse, riduzione emissioni, rifiuti, sostanze pericolose.
  • Ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali; gestione e riduzione scarti, reimpiego di componenti.

 

Spese ammissibili

Spese relative all’acquisto e relativa installazione (ivi compresi montaggio e trasporto) di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali, che riguardano:

  1. macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione del programma di investimento;
  2. macchine operatrici come definite all’art. 58 del D.lgs. 285/1992;
  3. hardware e software e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali di cui alla lettera a);
  4. opere murarie fino al 50% della spesa relativa alla lettera a).

Le spese sono ammissibili dal 4 gennaio al 18 dicembre 2019.

 

Agevolazione

Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili.
Il contributo è concesso nel limite massimo di 30.000 euro e l’investimento minimo è fissato in 15.000 euro.

 

Presentazione della domanda

Dal 5 marzo al 10 aprile 2019.

Procedura valutativa “a sportello” secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta.

Approfondimenti: clicca qui

 

Per maggiori dettagli potete contattare la Dott.ssa Sara Beverina allo 0332 830200 int.303 oppure via mail a sara.beverina@api.varese.it

Potrebbero interessarti anche...