Sportello Unico Lavoro presso Comuni

sezione_comuni

I Comuni di Malnate, Induno Olona, Azzate, Carnago, Solbiate Olona e Turate, in collaborazione con Upel e Confapi Varese, “fanno squadra per abbattere la disoccupazione”.

banner_comuni

Le finalità dello Sportello sono le seguenti:

  • Offrire un supporto ai cittadini e alle aziende nelle politiche attive del lavoro e nella ricollocazione lavorativa di inoccupati e/o disoccupati.
  • Facilitare il matching domanda e offerta di lavoro per individuare personale qualificato da inserire nelle aziende del territorio.
  • Favorire la diminuzione del tasso di disoccupazione del Comune.

Siamo presenti con un funzionario i seguenti giorni con i seguenti orari presso i Comuni:

Malnate Venerdì 9:00 – 12:00
Induno Olona Mercoledi 10:00 – 13:00
Azzate Giovedì 14:00 – 17:00
Carnago Martedì 14:30 – 17:30
Solbiate Olona Mercoledì 15:00 – 18:00
Turate Martedì 14:30 – 17:00

 

I risultati delle attività  riferiti al 2017 sono sintetizzati nei grafici di seguito.

 

Accessi allo Sportello per Comune

I dati illustrati nella tabella sintetizzano un’affluenza consistente presso lo Sportello di Turate a cui segue lo Sportello di Induno e di Malnate.

Si sono avuti 156 accessi in totale da gennaio a giugno 2017.

 

Accesso alla Sportello per periodo di disoccupazione

I dati illustrati evidenziano che il 45 % del totale degli utenti ha una disoccupazione di media a durata (al di sotto dei  12 mesi) e del 41 % di lungo periodo (maggiore di 12 mesi).

 

Accesso allo Sportello per classi di età

I dati dimostrano che il 29% di coloro che accedono agli sportelli appartengono alla fascia di età over 45, a cui seguono per il 25% tra i 35 e i 44 anni, mentre i  i i giovani si situano tra i 25-34 rappresentano il 15% e i giovanissimi tra i 15 e i 24 anni il 12%.

 

Attività di matching

Nei primi sei mesi di quest anno, L’attività dello Sportello si è dimostrata produttiva in quanto ha comportato i seguenti risultati su 156 accessi:

  • n. 81  intermediazioni con aziende associate Api che avevano posizioni aperte
  • n. 3 inserimenti lavorativi sul totale degli accessi (il 2%)
  • n. 6 utenti –  che si sono ricollocati autonomamente dopo aver acquisito gli strumenti necessari per riproporsi sul mercato del lavoro