AVVIO NUOVO MERCATO ENERGIA ELETTRICA – SERVIZIO A TUTELE GRADUALI (STG)- PARTENZA 1 GENNAIO 2021

Si informa che con la delibera 491/2020/R/eel, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) ha definito la regolazione del servizio a tutele graduali (STG) al fine di garantire la continuità della fornitura alle piccole imprese data di rimozione del servizio di maggior tutela per tale categoria di clienti.  

 

La delibera pertanto dispone che dall’1 gennaio 2021 siano rifornite nell’ambito del Servizio a Tutele Graduali (STG) tutte le piccole imprese che alla predetta data non siano titolari di un contratto a condizioni di libero mercato, titolari di punti di prelievo interamente connessi in bassa tensione che abbiano almeno un punto con potenza contrattualmente impegnata superiore a 15 kW.  

 

Per quanto riguarda poi la definizione di piccole e medie imprese i criteri da considerare saranno i seguenti: 

  1. un numero di dipendenti superiore a 10 ma non superiore a 50  
  2. un valore del fatturato/totale di bilancio annuo superiore a 2 milioni di euro ma non superiore a 10 milioni di euro. 

 

In ragione delle tempistiche necessarie a svolgere tutte le attività prodromiche allo svolgimento delle gare, l’assegnazione del servizio a tutele graduali avverrà:  

  • inizialmente, agli attuali esercenti la maggior tutela, per il semestre dall’1 gennaio 2021 al 30 giugno 2021 (c.d. assegnazione provvisoria),  
  • agli esercenti selezionati attraverso procedure concorsuali, a partire dall’1 luglio 2021 (c.d. assegnazione a regime).  

 

È stabilita quindi stabilita la soglia di potenza contrattualmente impegnata dei 15 kW, superata la quale le imprese non hanno più diritto al servizio di maggior tutela e accedono al Servizio a Tutele Graduali.  

Per tutte le imprese con punti fornitura con potenza impegnata inferiore ai 15 Kw (microimprese), potranno continuare a godere del servizio di maggior tutela se rispetteranno i seguenti requisiti  

  • un numero di dipendenti non superiore a 10  
  • fatturato/totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro).  

 

I clienti non domestici interessati da questa modifica, riceveranno da parte degli attuali fornitori la comunicazione dell‘avvio del nuovo servizio, con allegate delle apposite autocertificazioni per la definizione della classe di appartenenza. Le suddette autocertificazioni saranno richieste in conformità ai contenuti definiti dall’Autorità.  

 

L’associazione rimane a disposizione per approfondimenti. 

Potrebbero interessarti anche...