RIDUZIONE PREMIO INAIL: MODELLO OT23

Si ricorda a tutti gli associati che anche quest’anno a fine febbraio (29 in quanto anno bisestile) è fissata la scadenza entro la quale si può presentare il modello on line per la richiesta di riduzione del tasso di premio Inail che l’azienda paga per ogni lavoratore. Il modello OT23 (ex Ot24) è stato rinominato, ma è strutturato come in passato. A seguito della revisione dell’intero sistema delle tariffe dei premi INAIL, introdotta dal D.I. 27/2/2019, sono state ricondotte ad un unico articolo (art. 23) le azioni che portavano alla riduzione del tasso INAIL per il primo biennio di attività dall’art. 20 (Modello OT20) e dopo il primo biennio di attività dall’art. 24 (Modello OT24), previste dalla normativa precedente (DM 12.12.2000).

L’Inail è l’ente che tutela il lavoratore contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni occorsi durante l’attività lavorativa e da eventuali malattie nate in ambito professionale. Con l’assicurazione il datore di lavoro è esonerato dalla responsabilità civile conseguente all’evento lesivo subito dai propri dipendenti, salvo i casi in cui, in sede penale o – se occorre – in sede civile, sia riconosciuta la sua responsabilità per reato commesso con violazione delle norme di prevenzione e igiene sul lavoro.

Lo “sconto” è ottenibile se l’attività di “prevenzione” dei rischi in azienda è stata svolta nell’anno precedente con interventi capaci di far maturare il punteggio necessario (100 punti); alcuni punti come ad esempio l’eventuale implementazione di un Mog “Modello organizzativo di gestione” volontario per la sicurezza, oppure una certificazione BS OHSAS 18001:07 o UNI ISO 45001:18 consentono di ottenere immediatamente il punteggio massimo ed è quindi sufficiente per ottenere la riduzione tariffaria, allegando l’evidenza della certificazione ottenuta.

 

Di seguito le possibili riduzioni del premio in base al numero dei dipendenti:

Lavoratori-Anno

Riduzione
Fino a 10 28%
Da 11 a 50 18%
Da 51 a 200 10%
Oltre 200 5%

Le note indicate ad ogni punto del modello Ot23 consentono di interpretare correttamente quale sia la documentazione probante da allegare alla domanda. Si tratta di evidenze documentali a supporto di quanto viene dichiarato, per attestare una conduzione d’impresa responsabile rispetto ai rischi per la salute e la sicurezza.

 

Per qualsiasi informazione o per il servizio di supporto e invio della pratica potete contattarci in sede

Area Ambiente e Sicurezza sul lavoro – alberto.boraso@api.varese.it

Potrebbero interessarti anche...