COVID-19: AGGIORNAMENTO AREE DI RISCHIO E APPROFONDIMENTO SU TEST DISPONIBILI PER LA RICERCA DELL’INFEZIONE DA CORONAVIRUS

Si comunica che l’Ordinanza del Ministero della Salute del 10 Novembre 2020 introduce variazioni delle aree di rischio per alcune regioni/territori nazionali. Di seguito le novità:

Passano all’area arancione le seguenti regioni/territori:

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Liguria
  • Toscana
  • Umbria

Passano all’area rossa le seguenti regioni/territori:

  • Provincia autonoma di Bolzano

L’Ordinanza produce effetti dall’11 novembre 2020 e per un periodo di quindici giorni.

Rimangono invariate le altre aree di rischio per regioni/territori come da Ordinanza del 04 novembre 2020.

Si ricordano i contenuti del nuovo DPCM del 3 novembre, ovvero le restrizioni previste per le diverse aree di rischio:

(area gialla)

  • Spostamenti motivati dalle 22 alle 5. In questa fascia oraria ci si potrà muovere solo per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza. Per uscire di casa bisognerà essere muniti di autocertificazione.
  • Chiusura dei musei e delle mostre, che si aggiungono dunque ai cinema e ai teatri.
  • Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori, salvo attività laboratori in presenza; per le scuole elementari e medie e per i servizi all’infanzia attività in presenza ma con uso obbligatorio delle mascherine (salvo che per i bimbi al di sotto dei 6 anni).
  • Nelle giornate festive e prefestive chiusura delle medie e grandi strutture di vendita, ad eccezione delle farmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.
  • Coefficiente di riempimento massimo del 50% sui mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale.
  • Chiusura di bar e ristoranti alle 18 (ma con la possibilità di restare aperti per il pranzo della domenica).
  • Chiusura dei corner scommesse e giochi nei bar e nelle tabaccherie.

Di seguito gli obblighi e le restrizioni maggiori per scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto:

(area arancione)

Alle Regioni che rientrano in questo scenario oltre alle restrizioni minime previste, si applicano misure ancor più stringenti come le seguenti:

  • Vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita, dalla Regione (salvo che per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza). Saranno consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti n cui la stessa è consentita, e sarà consentito il rientro nel proprio domicilio o nella propria residenza.
  • Vietato ogni spostamento in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune.
  • Sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio.

Di seguito gli obblighi e le restrizioni maggiori per scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto:

(area rossa)

In questo scenario rientrano le Regioni che si collocano nello scenario peggiore e di massima gravità.

  • Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla Regione e anche all’interno del territorio stesso. Ci si potrà muovere solo per comprovate esigenze. E, dunque, per motivi di lavoro, salute e urgenza. Occorre essere sempre muniti di autocertificazione.
  • Chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie, edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari e non previste dall’allegato 23.
  • Chiusi bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio e la ristorazione con asporto fino alle ore 22.
  • Sospese le attività sportive, anche quelle svolte nei centri sportivi all’aperto.
  • Consentito svolgere individualmente attività motoria (passeggiate) in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina. Consentito anche lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto ed in forma individuale.
  • Attività scolastica in presenza solo per la scuola dell’infanzia, elementare e prima media.

Si raccomanda sempre l’applicazione e il rispetto delle regole del protocollo condiviso.

L’associazione è a disposizione per un supporto nell’aggiornamento o redazione del protocollo aziendale.

TEST DISPONIBILI PER INFEZIONE DA CORONAVIRUS

Facciamo chiarezza sui test disponibili per la rilevazione di un’infezione da Coronavirus.

TAMPONI: ricercano la presenza del virus all’interno dell’organismo. Si dividono in:

  • TAMPONI MOLECOLARI (o standard): ricercano il materiale genetico del virus. Il campione viene prelevato mediante tampone oro-naso-faringeo e ad oggi risultano essere i test più attendibili per la rilevazione di un’infezione in corso da coronavirus. Per questo, sono consigliati per tutti quei soggetti sintomatici oppure che hanno avuto contatti diretti con pazienti positivi al Covid-19.
  • TAMPONI ANTIGENICI (o rapidi): richiedono tempi di processazione più veloci rispetto ai primi. Vanno a ricercare le componenti proteiche di superficie del virus (es. proteina Spike). Sono consigliati per tutti quei soggetti che hanno una sintomatologia non chiaramente Covid-19 o asintomatici. Nel caso di esito positivo, per questi soggetti sarà richiesto l’isolamento domiciliare e l’effettuazione di un tampone molecolare.

TEST SIEROLOGICI: non vanno a rilevare la presenza del virus, ma ricercano molecole del sistema immunitario prodotte dall’organismo che hanno la finalità di combattere il virus (anticorpi o immunoglobuline, Ig). Poiché il nostro organismo impiega un certo intervallo di tempo a produrre questi anticorpi, questi test permettono solo di valutare un’eventuale esposizione al virus, ma non identificano un’infezione in corso da coronavirus. Si dividono in:

  • QUANTITATIVI: ricercano la quantità precisa di anticorpi prodotti dal nostro organismo
  • QUALITATIVI: rilevano solo gli anticorpi nel sangue, senza quantificarne la loro presenza.

Potrebbero interessarti anche...