SMART WORKING DAL 1° AGOSTO 2020 – ACCORDO INDIVIDUALE E NUOVO MODELLO DI COMUNICAZIONE

A partire dal 1° agosto sarà possibile continuare a lavorare in smart working fino al prossimo 15 Ottobre.

Si tornerà, infatti, ad applicare la L. n. 81/2017 che garantisce la prestazione in autonomia, ma anche il “diritto alla disconnessione” del lavoratore.

Il Ministero del Lavoro con una Faq presente sul proprio sito ha dato istruzioni operative sulle comunicazioni relative al lavoro agile da effettuare oltre il 31 luglio.

Finora il Ministero aveva specificato che la modalità di lavoro agile poteva essere applicata dai datori di lavoro privati a ogni rapporto di lavoro subordinato anche in assenza degli accordi individuali, ovvero utilizzando la procedura “semplificata” attualmente in uso, sino alla fine dello stato di emergenza (attualmente fissata al 31 luglio 2020) e comunque non oltre il 31 dicembre 2020. Pertanto, allo stato attuale, la procedura “semplificata” è utilizzabile sino al 31 luglio 2020.

Ora, il Ministero interviene a stabilire che oltre la data del 31 luglio 2020, la comunicazione di cui all’articolo 23, comma 1 della Legge 22 maggio 2017, n. 81, sarà effettuata con i modelli predisposti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Di seguito i documenti necessari per attivare lo Smart Working.

 

L’accordo è detenuto dal datore di lavoro che dovrà esibirlo al Ministero, all’Inail e all’Ispettorato Nazionale del Lavoro per attività istituzionali di monitoraggio.

 

Potrebbero interessarti anche...