Tariffe produttori AEE

In attuazione della norma di riferimento sui Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), il Ministero dell’Ambiente ha definito le tariffe e le modalità di versamento per la copertura degli oneri relativi alle attività di monitoraggio e di funzionamento del Comitato di Vigilanza e controllo sulla gestione dei RAEE e delle pile e accumulatori, del Comitato di indirizzo sulla gestione dei RAEE e di tenuta del Registro Nazionale AEETEL.

Gli oneri sono a carico dei produttori di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), che devono versare una quota fissa pari a 10,00 Euro all’anno, più una quota variabile in base alle quote di mercato, che viene calcolata dal Comitato di vigilanza e controllo entro il 30/4 di ogni anno, sulla base delle comunicazioni MUD dei produttori di AEE.

Le tariffe sono calcolate annualmente e pubblicate nell’area riservata del sito www.registroaee.it entro il 30 giugno di ogni anno. Sul medesimo sito saranno resi disponibili i facsimile dei modelli da utilizzare per il versamento e gli ulteriori sistemi telematici di pagamento.

I produttori di AEE devono versare le tariffe entro il 30 settembre di ogni anno, intestando il versamento alla Tesoreria dello Stato (Capo di entrata 32° – capitolo n. 2592 – art. 26 del Ministero dell’Economia e delle Finanze) e nella causale devono indicare:

  • il riferimento al decreto legislativo 14 marzo 2014 n. 49;
  • il nominativo del produttore;
  • il numero di iscrizione al registro di cui all’art. 29 del decreto legislativo n. 49/2014.

La ricevuta del versamento è trasmessa dal produttore di AEE al Registro nazionale AEETEL contestualmente all’invio delle comunicazioni annuale MUD.

I pagamenti possono essere effettuati cumulativamente dal Consorzio per conto del produttore di AEE.

 

Per ulteriori informazioni in merito potete contattare l’associazione.

Potrebbero interessarti anche...