REQUISITI BONUS ASSUNZIONE REDDITO DI CITTADINANZA

L’Inps ha informato, con il comunicato del 15 novembre 2019, il rilascio della procedura informatica per richiedere l’incentivo per l’assunzione dei percettori di Reddito di cittadinanza.

L’incentivo, introdotto dal Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4 (convertito nella Legge 28 marzo 2019, n. 26), spetta ai datori di lavoro che assumono con contratto a tempo pieno e indeterminato i beneficiari di Reddito di cittadinanza.Inoltre l’azienda deve aver precedentemente comunicato la disponibilità dei posti vacanti alla piattaforma “ANPAL”.

Le imprese che assumono i percettori del reddito di cittadinanza, per richiedere l’incentivo, devono presentare domanda online, utilizzando l’apposito modello “SRDC – Sgravio Reddito di Cittadinanza”, disponibile nella sezione Portale delle Agevolazioni del sito dell’Inps.

Tale incentivo prevede l’esonero dai contributi previdenziali e contributivi, fino ad un massimo di euro 780 al mese.

Nel dettaglio, l’incentivo assunzioni “rdc” è riconosciuto per un  periodo pari alla differenza fra 18 mensilità e quelle già usufruite da disoccupato, con un minimo di cinque mensilità.

Esempio: se un lavoratore percepisce il reddito di cittadinanza da 6 mesi, l’esonero contributivo spettante all’azienda durerà per 12 mesi.

Dopo aver ricevuto la domanda, l’Inps effettua tutte le verifiche, calcola ammontare e durata del beneficio spettante, e invia un riscontro sull’accoglimento della domanda.

 

Potrebbero interessarti anche...